Parti in fretta e non tornare

Autrice Fred Vargas (che contrariamente a quanto sembra è una donna), Edito Einaudi, Euri 14 ma dovrebbe esserci pure l’edizione economica.

Comprato (dico comprato!) il libro in quanto  attratto dal titolo: da quando sono rientrato in Italia cerco di applicare il  saggio suggerimento del titolo alla lettera e senza successo, comunque si tratta di un saggio consiglio da dare a chiunque abiti in Italia o perlomeno in Padania (il posto più sfigato d’Europa dopo la Ruhur, anzi forse pure peggio).

Ma veniamo al libbro: è un giallo, genere che non mi ispira molto, ma originale e fatto bene.

Un ex marinaio, ex galeotto, sbronzo e spiantato ha l’apparizione del padre morto che lo spinge a esercitare il mestiere del banditore nell’era di internet e della banda larga. Il tizio un bel giorno sale su una cassetta di frutta in una piazza di Parigi e arringa le folle con annunci economici e  comunicati che si fa recapitare anonimi in una cassetta postale appesa ad un albero. l’ attività ha inspiegabilmente discreto successo (tanto che anch’io in una crisi di sconforto ho meditato di lasciare il posto d’oro alla Premiata Ditta per fare il banditore e ho rinunciato solo per mancanza di voce). A un certo punto compaiono strani messaggi, opera di un tizio che minaccia di diffondere la peste a Parigi. Compaiono anche strani disegni sulle porte di alcuni appartamenti. Indaga un ispettore scazzato, disordinato e fallace che però mi pare un personaggio credibile e ben strutturato come del resto il suo sfigatissimo assistente: preciso e metodico. Naturalmente come in ogni buon giallo ficcano i morti ammazzati.

Vicenda troppo complicata per essere riassunta (in particolare da uno come me), ho faticato non poco per le prime 40 pagine a capirci qualcosa. Ma è colpa della mia arteriosclerosi galoppante , non ci fate caso. Comunque questa Vargas, che scopro essere la scrittrice francese di noir che va per la maggiore è fantasiosa, gronda cultura medioevalista e sa come va il mondo moderno. In genere le scrittrici mi piacciono di piu’ degli scrittori, ma questo si applica comunque a qualsiasi professione: le infermiere, le avvocatesse, le tranviere etc. eppoi questa è brava. 7+ anzi quasi 8. Compratelo o al limite fatevelo prestare. Io l’ho prestato ad un’amica e non lo rivedrò più.

Prossimamente su questi schermi: “Come dio comanda” di Ammanniti

 

Annunci

Informazioni su limiteumano

Racconti possibilmente umoristici
Questa voce è stata pubblicata in Libri e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...