Come dio comanda

Di Nicolo’ Ammanniti Ed. Mondadori. Pagine 495 Euri 14 (considerandolo un tanto al chilo costa meno di un branzino di allevamento)

 

Siete un antropologo australiano e volete sapere tutto sulla Padania ed i suoi abitanti? Compratevi il mattonazzo di Ammanniti: saprete tutto quello che c’e’ da sapere e anche di piu’.

Personaggi:

Un padre muratore disoccupato, nazzista e alcolizzato

Un figlio sfigato

Un certo Quattroformaggi, oligofrenico appassionato di presepi fatti con la spazzatura, amico di famiglia

Danilo, altro alcolizzato mollato dalla moglie che spera di farla tornare comprandogli un negozio di mutande,  pure lui amico di famiglia

Un assistente sociale cattolico fornicatore pentito

Due ragazzine ciniche

e molto altro…

Trama:

I primi quattro decidono di svaligiare un bancomat con la raffinata tecnica di schiantarcisi contro un trattore, piove che dio la manda, tutti si producono in una serie incredibile di idiozie che provoca la totale rovina e/o la morte dei protagonisti.

 

Molto bello: c’e’ tutto della Padania, l’ignoranza, gli squallidi centri commerciali, le pianure desolate, il tempo di merda, il bigottismo provinciale, l’alcolismo generalizzato, il consumismo, la mancanza di prospettive e speranze. I personaggi, se avete dimestichezza col proletariato e la classe media di quelle parti, sono credibilissimi il Trucido Romanazzo (Ammanniti) deve essere stato un bel po’ tra Bergamo e Brescia a studiarsi l’ambientino.  Ammanniti è cresciuto nel tempo: dopo il loffissimo romanzo d’esordio “Branchie” e i racconti qualcuno bello altri meno di “Fango” gli altri romanzi gli sono venuti sempre meglio. Ha sempre questo gusto perverso della violenza e dello squallore ma i personaggi sono originali e al tempo stesso realistici. Mi sono bruciato le 495 pagine in un fine settimana e l’ho regalato ad un amico, imprenditore bresciano, forse capira’ meglio i suoi operai. Se qualcuno lo conosce lo regali a Fassino scoprira’ come mai in lombardia perde le elezioni. Voi invece se siete del luogo cercate di emigrare il piu’ lontano possibile altrimenti tenetevene alla larga.

 

Annunci

Informazioni su limiteumano

Racconti possibilmente umoristici
Questa voce è stata pubblicata in Libri. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...