Ricciola alla limiteumano con brodetto e tagliatelle

Non mi riferisco alle donne dai capelli ricci che sono sempre state le mie preferite.
La ricciola è un pesce azzurro (credo?) parente alla lontana dei tonni.
E’ ottimo, ha carne soda e costa abbastanza poco ma ha il difetto che tende un po’ a rimanerre asciutto e intozzare.
Quindi va cotto in un intingolo che può poi essere utilizzatio per altri scopi.

Ingredienti per due persone mediamente affamate.
1 bottiglia di vino bianco dell’italia centrale: es. Frascati, Pecorino, Passerina, Verdicchio etc
1 Ricciola di un chilo circa
una manciata di cannolicchi
un po’ di vongole
4 canoce o canocchie
6 gamberi
4 scampi
prezzemolo
spicchio aglio
1 cipollotto fresco
olio extrevergine oliva
sale qb
peperoncino e/o pepe
alcuni capperi.
150 g di tagliolini all’uovo possibilmenbte fatti a mano ( 1 uovo per 100 g di farina di cui l’80% bianca e il 20 di semola di grano duro)

Svolgimento.
Per prima cosa bevetevi mezza bottiglia del vino centromeridionale, questo servirà a mettervi nella disposizione adatta a sfilettare il persce che è una discreta rottura di coglioni.
Dovevate farvelo sfilettare dal pescivendolo, ma vi siete dimenticati, razza di pisquani. E adesso non vi rimane che arrangiarvi.
Se non l’avete mai fatto si comincia a incidere con un coltello tagleinte e flessibile partendo dalla schiena vicino alla testa e ci si avvicina man mano alla coda.
Conservate gelosamente lisca e testa, che qua non si butta via niente.
Sgusciate i crostacei, anche qui non buttate via le teste.
Cannolicchi e vongole servono dopo.
Fate soffriggere dentro una padella d’acciaio, in abbondante olio, il cipollotto, l’aglio e metà del prezzemolo tritato, sale qb e capperi.
Fracassate le teste dei crostaci in un mortaio o sul piano della cucina a martellate se non avete un mortaio.
Buttate tutte le schifezze (teste lische etc) dentro al soffritto, fate andare a fuoco vivo due minuti poi versate un bicchiere di vino e abbassate la fiamma e metteteci il coperchio.
Dopo circa 10 minuti aggiungete le vongole e i cannolicchi.
Quando le vongole si apriranno spegete e fate raffreddare un po’.
Sgusciate le vongole e i cannolicchi, mondate il sugo da tutte le schifezze che ci avete messo cercando di recuperare le parti utilizzabili dalla testa del pesce e dalla lisca.
A questo punto sarete ridotti delle chiaviche e puzzerete di pesce come la spazzatura di un mercato ittico. Mettete in ordine la cucina togliendo le squame dal lampadario. e andate a farvi una doccia.
A questo punto il più è fatto, per festeggiare bevetevi un altro bianchino, Riaccendete l’intruglio e non appena intiepidito aggiungete i crostacei puliti e i filetti di ricciola.
I filetti devono cuocere due o tre minuti per parte. Spegnete e lasciate riposare al coperto.
Mettete a bollire l’acqua per le tagliatelle, una volta buttata la pasta togliete il pesce dal sugo e riccendete la fiamma, dopo 1 o 2 minuti massimo di cottura aggiungete le tagliatelle al sugo rigirate bene a fuoco vivace, se troppo asciutto aggiungete altro vino, sempre che ce ne sia rimasto e servite assieme ai filetti.

>Variante 1 aggiungere dei pomodorini maturi al soffritto sin dall’inizio
variante 3 = variante 1 + variante 2

Annunci

Informazioni su limiteumano

Racconti possibilmente umoristici
Questa voce è stata pubblicata in Ricette. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Ricciola alla limiteumano con brodetto e tagliatelle

  1. salinaversosud ha detto:

    “Per prima cosa bevetevi mezza bottiglia del vino centromeridionale…”
    e qui ho cominciato a ridere da sola! inevitabile proseguire la lettura!
    La ricetta è invitante davvero, prenderò appunti!
    Grazie!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...